Storia del consiglio dei patrizi di Trieste dall‛anno 1382 all‛anno 1809: Con documenti Volume unico

Cover
Tipografia del Lloyd Austriaco, 1858 - 194 Seiten

Im Buch

Was andere dazu sagen - Rezension schreiben

Es wurden keine Rezensionen gefunden.

Ausgewählte Seiten

Andere Ausgaben - Alle anzeigen

Häufige Begriffe und Wortgruppen

Beliebte Passagen

Seite 157 - ... d'administrer les établissements qui appartiennent à la commune, qui sont entretenus de ses deniers, ou qui sont particulièrement destinés à l'usage des citoyens dont elle est composée ; de faire jouir les habitants des avantages d'une bonne police, notamment de la propreté, de la salubrité, de la sûreté et de la tranquillité dans les rues, lieux et édifices publics.
Seite 3 - Giuliani pubblicava il suo opuscolo). sensibile il giornaliero aumento della popolazione, la quale va moltiplicandosi in maniera che quantoprima sarà forse indispensabile di chiedere dal mare il fondo necessario allo stabilimento di un nuovo borgo. A Trieste venga l'uomo di riflessione a meditare sopra il modo con cui nascono e si formano le città ; a Trieste venga il ministro a compiacersi negl'effetti delle solitarie operazioni del suo Gabinetto, il legislatore ad apprender l'arte di servirsi...
Seite 5 - Le scienze e le arti belle verranno finalmente a fare dimora di questa città, ove sono ancora straniere, ad onta delle cure, che alcuni pochi ebbero da parecchi lustri a questa parte per chiamarvele a qualche modo. E spero che vi si riuscirà purché ci sia dato un...
Seite 27 - Adam ; D. burda ; Ar. de subilia ; Jo. marcha ; Peceli ; O. inzingnosus ; matheus filius remenardi ; David ; M. de bertus; Vital de liprando ; Miro ; O. trinoga ; Jacobus conas ; A. de rivela ; Warnerius pilizar ; Jacob uvilla ; Cancianus ; Ludic ; Ludo de macuhla; D.
Seite 165 - ... colle Potenze alleate, cioè la Carniola, il Circolo di Villach, Gorizia, il territorio situato lungo la costa del mare, nonché il Litorale, che per l'avanti faceva parte dell'Ungheria, e quella porzione di territorio, che prima apparteneva alla Croazia provinciale, conserveranno il nome di Illirio.
Seite 130 - Il cittadino amava le glorie patrie, le origini romane, le tradizioni storiche, la nobiltà, la milizia, i dotti, i sapienti; le Cronache del P. Ireneo della Croce erano per lui un quinto Vangelo...
Seite 135 - Ancora, poco dopo interdetta, ed alla sciolta carità del prossimo, convenne sostituire una Casa dei Poveri a stipendio del Comune. La mendicità, prima contenuta dalle leggi sui vagabondi, provveduta dalle Fraterne, irruppe come torrente che scende da nude e povere montagne. Due sole Chiese si lasciarono sussistere pei cattolici, le altre tutte chiuse e poste a vendita, anche S. Silvestro...
Seite 4 - ... 49 ), continua su questo tono: «Cucibrech, per istringere il molto in poco, offeriva agli occhi del peregrino osservatore l'aspetto di una altra Babele: ubi nullus ardo sed sempiternus horror inhabitat. Se si mettevano, ad esempio, in capo di venire a fine di tal cosa, era certo che andavano a riuscire per altra affatto opposita parte: e sempre così. E crebbe di tanto la fama di questa loro cervellinaggine, che in un'accademia di Bonzi — altra frecciata alla Minerva — fu chiesto per programma:...
Seite 27 - Io. dracco ; P. filius ejus ; Colman capellario ; Albericus frat. natal ; Dnicus filius Almerici ; Selnich caligar; Agino Bobie ; Costantinus filius goster ; Bisselau ; An. magister ; Jo. de Leo ; B. frater Gaudi ; M. Zusol ; E. de smerada ; R. curius ; R. Padrus ; Niexco ; D. filius bermitae ; L.
Seite 186 - Minerva, persone distinte per nascita, per ricchezze, per condizione sociale, per dottrina, per virtú; faceva codazzo popolo numerosissimo. Le vie ove passava il corteggio erano parate a mestizia, la residenza della Minerva parata a pieno lutto, epigrafi ne manifestavano il dolore. Entro quel feretro riposava uomo di media statura, di nobile faccia, di alta rilevata fronte, calva la sommità del capo, pendenti a cbioccie i bianchi capelli rinversati all...

Bibliografische Informationen