Abbildungen der Seite
PDF

diuersi lochi et citta sono stati Predicatori cosi sacerdoti secolari come Regolari, liquali come ignoranti hanno disseminato mille fabulosi deliramenti tra li Popoli, saria dunque al proposito di eleggere Predicatori idonei deuoti et boni et dotti ne le sacre lettere, et se cosi paresse a V. Celsitne. si protrianno conuocare alcuni Dottori Catholici liquali meco insieme discusso et deliberato il modo del Predicare in tal maniera se ordinasse che non potessero trapassare lordine et la metta a loro proposta, et questo intendo per li simplici sacerdoti ouer Monachi, pero se si prouedera che quelli solamente predicano che siano in tutto liberi et remoti da ogni suspitione di heretica prauita , et che li heretici et sospetti cessino dalla Predicatione, si fara ottimo frutto, et iudico sia necessario che si comandi alli Minoristi et a quelli che sono de l'ordine de Predicatori che pigliano questa cura del predicare liberamente et senza alcun rispetto o paura etiam de la morte, sic enim fient manifesti qui probati erunt. Li Apostati et quelli che hanno lasciato il claustro delli Monasterii loro siano constreti á ritornar alla vocatione soa, altramente saranno puniti di graue et conueniente pena se non haranno legítima causa, laquale conoscuta sia esser bona da Deuoti et Catholici judici; et perche intendo questi heretici hauer con grandissimo studio procurato che le cose trattate et terminate in Wormatia contaminate dapoi et corrotte da loro siano impresse et publicate, è da aduertire diligentemente che tutto quello processo sia ridotto in uno volume et libro, insieme con tutte le cose dette et scritte contra Lutero alla presentia di V. M* et delli altri Principi et del Rmo. Treuerense liquali devono esser in mano et appresso lo uficiale Treuerense; et quello castigato bene et diligentemente sia poi impresso et publicato et non altrimenti,

Sara etiamdio al proposito, poi che la Altezza V. insieme con li altri Principi mediante la gratia de Dio havra ridotta questa magnanima et Catholica impresa al bono et dritto camino, alcuni giorni dapoi che si elegano inquisitori boni santi et Christiani, liquali con somma diligentia et desterita uadano cercando et inquirendo se alcuno (quod absit) perseuerasse in queste Diaboliche et heretiche oppenioni ne uolessero per alcun modo lasciarle, et in quello caso siano castigati et pupiti seruata la regula et norma: che si osserua in Ispagna contra li Marrani

acioche in processo di tempo si extirpasse questo pestifero morbo et non lasciare loco che questa diabolica contagione hauesse a repullulare et corrompere da nouo il tutto, et tanto maggior diligentia si ha da usare in questa prouincia di Germania quanto che ella è piu tenace delle sue oppenioni, la qual cosa si dimostra esser uerissima dalle prouisione fatte da Carlo Magno contra li Saxoni. Sara etiam opportuno per publico Edicto comandare a tutti li Principi et Prelati che ne le loro terre et Dominii facianno osseruare la bolla apostolica et mandato di V. Mta. decreto in Wormantia insieme con tutte le determinationi fatte contra li heretici sotto pena di priuatione di tutti li priuilegii soi, conciosia che per uiua experientia sia stato conoscuto che la osseruantia della ditta Bolla et mandato nelli Dominii di V. Catholica Ma., del Marchese de Brandiburg elletore, delli Duci di Bauiera et parte de la Austria ha preseruati tutti queste Reami et lochi da queste heresie, di modo che niuno o pochi ve ne sono infecti. La universita Vittebergense potrassi anathematizare et tutti quelli che doppo la ditta Bolla et mandato haranno studiato in quel loco, et se saranno beneficiati, si priuaranno delli loro beneficii et resi inhabili a tutte le gratie apostolice et Cesaree. Li libri dalli heretici composti et impressi si uogliono, poi che con ogni studio per publico Editto saranno stati trouati, abbrusciarli tutti. Delle terre ueramente infecte di questo pestifero morbo, se si debanno interdire o non, maturamente si ha da considerare.

Ben è il uero che tutti questi remedii sariano di pocho frutto se prima V. Celsitudine con tutte le uie possiuile non fara mundare et expurgare tutte le corte de principi et prelati, le quali quanto ho inteso sono piene per la maggior parte de homini che attendano et si accostano in tutto a questa heretica et peruersa uia et senza alcun rispetto de Dio ne de li loro Principi traparlano de la religione Catholica et de la Santa Sede Apostolica, et operano con le loro pessime uie di peruertire tutti li Santi riti Christiani, liquali cacciati o castigati che siano con danno et uituperio loro se fara chiaro et manifesto li loro Principi esser di bona et religiosa oppenione, et con questo santo et deuoto essempio si dara animo alli boni et Catholici, et si smariranno li tristi et peruersi heretici, ricordando sempre con ogni debita reuerentia alla Mia. V. che impossibile è senza qualche gagliarda executione et ordine suo in futurum extirpare questa

perniciosa secta. Il che si dimostra da la temerita delli Cittadini di Augusta liquali nelli occhi di V. Serta. perniciosamente perseuerano in tenire li predicatori heretici, in munire la loro citta di cathene ferree, in pensar et forsi piu oltre di far fanti di la loro citta et altre infecte; pero non di pocha consideratione debbe esser a V. Serta. se sia al proposito di far la Dieta ne la ditta Citta, doue intendo il Duca di Saxonia col figliolo et alcuni altri Principi di tutto infecti al presente ritrouarsi et seco hauer condutti quatro Dottori Luteranissimi liquali per vices fa predicare in presentia sua in dispreggio, per il judicio mio, del Şor. Dio, de la Religione Christiana et di V. Subta., captandossi in quella terra ogni aura populare, et delettandosi di quello pazzo populo (quale si sol dire bestia di molti capi) esser chiamato il piu religioso et Christiano Principe di Germania.

Appresso mi occorre notificare à V. Mt. quod Judas non dormit, et questi nefandissimi homini con ogni cura et diligentia procurano et pensano con ogni uia et modo di eludere la uenuta di V. Celsitudine et ogni sua prouisione a questi tumulti, et con mutua fra loro intelligentia si risolueno di procurar sotto specie di ben che V.Sub. ouero para overo insieme attenda alle cose del turcho et de luterani, persuadendosi che questa necessita del Turco per facilitare la impresa et susidii contra di loro habbia ogni modo di far interlasciare ouer scorrere le prouisione contra di loro, alche V. M. aduertisca bene, perche come di sopra sè detto, a chi perfettamente considerara niuna cosa, bona si pò fare se prima questa maledetta secta non sia del tutto extirpata; et perche tengo per certo che sara necessario uenire a le arme et al foco se ben considerara non uolendo V. Subta. incrudelire contra le persone ma solum contra alcuni capi prima talmente multarli che ne cauera grandissima somma de denari necesarii contra la expeditione contra il Turco: allequale cose V. Subta. degnera di applicare il suo sapientissimo consiglio et pigliare quella resolutione che li parera opportuna et necessaria per seruitio de Dio, per liberare la sua Germania da questa nefandissima secta, et per conseruatione et augumento de la authoritá et gloria del nome suo, il che mi rendo certo che Jddio gli ne prestara gratia et conseruerella in prospera et felice vita.

Queste sono Cesare Sermo. quelle poche cose che mi sono occorse, et che per il tenue mio judicio judico esser a proposito di questa santa et gloriosa impresa di V. Cathca. Ma la quale per la sua incredibile sapientia prudentia et infinita bonta le modifichera ampliara et gouernara a modo suo.

(Concilios y disciplina eclesiastica. Leg. 1. fol. 50.)

[blocks in formation]

Sacratissima Mta. perche so lei esser molto occupata de varii et importantissimi negotii, perho oltre quanto l'altro giorno li donai in scritto me parso hora in sumario et per capita rerum donargello, acio che con piu facilita et mancho tempo posi piu volte se cosi le pareva revedere et considerare quanto per il mio piccolo ingegno in questa sancta et necesaria impresa li ricordo:

Et prima, Deliberare nel suo animo di fare questa gloriosa impresa de extirpare queste heresie, et considera V. Mta. esser da Dio reservata per redurre la sua Germania a la primitiva religion de la observantia de la fede riti et ceremonie aprobati de la santa chiesa Catholica.

Deliberare non la interlassare mai se non sia condutta al debito fine etiamdio piu che necesario.

Consultare et deliberare il modo de la esecution se contra li ribelli et ostinati sera necesario de venire ad essa esecutione. Consultare et deliberare el modo di conservare questa natione nella recta et buona via dappoi che sera redutta, acio non ritornino partita vostra maesta al vomito.

Laudare honorare et premiare li boni cosi laici como ecclesiastici. Fare una scelta et ferma intelligentia con li boni principi laici et ecclesiastici ad estirpatione di queste heresie.

Cercare con bone parole con premii et poi sel bisogna con minaccie redurre veramente qualche uno de li principi infecti et dileticato (?) se tutto non si potra alla bona recta via et obedientia di V. M. et advertire che sia veramente et vere non con simulatione ritornino a la vera via.

Consultare et deliberare di provedere contra li rebelli et obstinati por via di bano imperiale et censure ecclesiastiche. Che ytra. Mta. deliberi che tutti ritornino alla antiqua et vera Catholica fede tanti anni observata et recepta da tutto il mondo christiano et per alcuno modo non permetter che ne li articoli de la fede ne li riti et ceremonie ecclesiastice sino al presente observate sia alterate over interlassate ne in tutto ne in parte alcuna.

Chel mandato emanato in Wormatia et la bulla de la felice memoria de Leone siano observati per tutto libere et veramente senza exceptione fuco o manchamento alcuno.

Che contra li heretici et citta et principi se proveda ad privation di dominii privilegii stati, et se diano en preda li loro beni et persone non solamente ne lo imperio et dominii di V. M'a. et Sermo Re suo hermano ma in simile faciano le re principe et republiche christiane permettendo perho prima comminatione debita et procedendo realmente contra li obstinati et quelli che non obedirano.

Che circa le cose de la fede riti et ceremonie ecclesiatice non si permetta disputatione alcuna ma solamente se procuri la observation di essi.

Che V. Mta. deliberi et determini non interlassare di manchare in alcun modo a questa impresa contra li heretici per causa di alcuno timore del Turco, contra il quale stimo non si possi fare cosa bona se prima queste heresie che sono nelle vicere nostre non siano del tutto extirpate, et mova la Mta V. lo exemplo del Sermo. di Sta. 'memoria suo avo materno che interlasso la impresa di Africa contra infideli di gia con grandisima spesa preparata per attender ad extinguere lo scisma che con christiani si preparava al tempo de la sta. memoria di Julio.

Che el si proveda di boni et catholici predicatori et che possino liberamente predicare et similmente se si prohibissano et li heretici et sospetti di heresia.

Che li apostati ritornino alli loro claustri et similmente le monache, altramente siano debitamente puniti.

Che si procuri con banni et cride imperiale che tutti li libri stampati et scritti a pena dal tempo che comenzo questa heresia siano presentati alli Ordinarii over lori vicarii et poi bruxati, si prohibisca la stampacione di nuovo, et in cio se farà ogni diligentia sotto pena a chi non presentara et con prometter premii a chi acusara haver tali libri et che saranno tenuti secreti quelli che denuntiarano.

Che tutti li atti fatti ne la dieta di Wormatia dinanzi a V. M'a. et altri principi, precipue il Revmo. Treverense et suoi of

« ZurückWeiter »