Abbildungen der Seite
PDF

(c) NoRMALE per l'uniforme accordato agli impiegati dello stato.

31 dicembre 1816. DISPOSIZIONI GENERALI.

L' uniforme è una veste d' onore accordata da S. M. per distinzione a tutti gl'impiegati dello stato, in segno di sua particolare benevolenza ai medesimi, e perciò non s'intende imposto ad alcuno di essi l'obbligo di provvedersene. Si porta l'uniforme in tutte le occasioni di qualche solennità, e specialmente dove ha luogo una comparsa pubblica del dicasteri o tribunali in corpo. Nella conformazione di questa divisa si dovranno seguire colla maggiore esattezza le forme ad ognuna delle differenti classi prescritte, e non si permetterà alcuna declinazione od alterazione che far si volesse. I differenti dicasteri aulici si distinguono fra di loro mediante i colori delle mostre e dei collarini, a norma di quanto verrà qui appresso designato. Tutte le autorità provinciali poi usano l'istesso colore per le mostre ed il collarino che è assegnato al dicastero aulico con essi

corrispondente, così, per esempio, i governi provinciali hanno il colore pompadour al pari del supremo aulico dicastero politico , i tribunali d'appello e di prima istanza, il color violaceo in parità col supremo tribunale di giustizia. Il ricamo dei dicasteri aulici è in oro, secondo i differenti gradi degl'impieghi, quello delle autorità provinciali in tutto eguale ai dicasteri aulici secondo le gradazioni stabilite dalla normale per le diarie, colla differenza però che sarà in argento. I ministri di stato e conferenza, come pure i primi presidenti dei dicasteri aulici, oltre l'uniforme solito, avranno un uniforme speciale di gran gala. Alle sole prime otto classi viene accordato anche un uniforme semplice di campagna senza ricamo.

[ocr errors]

UNIFORME Di panno color verde cupo. Mostre e collarino di velluto come segue:

(A) – Il consiglio di stato, turchino

- fioraliso.

(B) – L'intima cancelleria di corte e stato , nero.

(C) – Il gabinetto di S. M., verde cupo.

(D) – I dicasteri aulici politici, rosso pompadour.

(E) – La camera aulica, verde chiaro.

(F) – Il supremo tribunale di giustizia, violaceo.

(G) – Il generale direttorio delle contabilità, rosso carmino.

(H) – Il consiglio aulico di guerra, bleu chiaro.

(I) – L'aulico dicastero di polizia, ce nerino chiaro.

FODERA

Dell'istesso panno dell' uniforme, calzoni e sottoveste ( cioè camiciuola ) di casimiro bianco: sono permessi anche i calzoni neri.

BOTTONI

Il consiglio di stato, l'intima cancelleria aulica di corte e stato, ed il gabinetto secreto di S. M., bottoni gialli coll' impronto della doppia aquila imperiale. Tutti gli altri dicasteri aulici, gialli, e le corrispondenti autorità provinciali, bianchi colla cifra dell'augusto nome di S. M. La prima sorta de bottoni è disegnata nella tavola IV, lettera R, e la seconda, lettera S.

TAGLIo E FoRMA DELL'ABITo

A guisa di un abito da spada, però da potersi abbottonare da sopra in giù, con collarino in piedi, e con tasche all'abito e sottabito : il numero de bottoni all' abito sarà di ventisette, cioè 9 sul petto, 6 sulle mostre, 6 alle tasche, e 6 nelle falde di dietro.

I bottoni del sottabito saranno del medesimo metallo ed impronto, soltanto più piccoli di quelli dell'abito: il loro numero è indeterminato ; soltanto vi saranno tre bottoni ad ogni tasca ; quelli dei calzoni saranno di casimiro.

SPADA E FIBBIE

Di metallo indorato pei dicasteri aulici, d'argento o di metallo inargentato pei dicasteri delle provincie.

CAPPELLO

A tre punte con coccarda nera, ed una ganza di canutiglia d'oro pei dicasteri aulici, ed una perfettamente simile d'argento pei provinciali. Il bottone sarà quello dell' uniforme : le due prime classi d' impiegati avranno il cappello decorato di piume bianche, le 5 seguenti di piume nere, e le 5 rimanenti lo porteranno senza piume.

IRICAMO

In oro per gl'impiegati dei dicasteri aulici, in argento per quelli delle provincie, sull' abito , mostre, collarino, tasche e punte alle sommità delle falde , secondo le dodici differenti gradazioni determinate per gl'impiegati nella ricordata normale risguardante le diarie.

Le quattro prime classi hanno la veste tutta d'intorno ricamata, con altro ricamo più o meno largo sul collarino, sulle mostre, tasche e punte delle falde.

Le quattro susseguenti classi non hanno più la veste tutta all'intorno ricamata, ma soltanto il collarino, le mostre e le tasche.

Le quattro ultime classi non hanno più ricamo a disegno, nè le tasche ricamate, ma soltanto degli orli più o meno largamente ricamati sulle mostre e collarino.

I. Classe. Uniforme con ricamo sopra tutto l'orlo davanti , disegno lettera A, collarino e mostre con doppio ricamo lettera E, indi ricamate le tasche e le punte alle sommità delle falde.

« ZurückWeiter »