Abbildungen der Seite
PDF

regio governo, quanto all'imperiale regio magistrato centrale di sanità intorno alle malattie contagiose manifestatesi nella rispettiva provincia durante il prossimo passato autunno ed in progresso non potendosi desumere l'epoca precisa dell' apparizione di esse malattie, il numero totale degli attaccati, guariti e morti in ciascun comune in cui hanno dominato o dominano tuttavia le malattie medesime; e premendo di formare uno specchio generale di tali malati, acciocchè serva di fondamento agli altri che successivamente, a termini delle istruzioni a stampa del giorno 16 del corrente mese, si dovranno compilare e trasmettere regolarmente all'imperiale regio governo, s'incaricano le imperiali regie delegazioni di spedirgli immancabilmente per la fine di questo mese la nota complessiva dei malati, dei quali si tratta, della rispettiva provincia, conformemente al qui unito modello n.° 1 , nella quale dovranno essere compresi tutti gl'individui che furono o sossero tuttavia affetti dalle anzidette malattie dall'incominciamento della sopra nominata epoca sino a tutto il giorno 2o del corrente mese di gennaio, non esclusi gli ammalati appartenenti alle carceri, il numero dei quali però dovrà essere descritto distintamente cella indicazione delle carceri rispettive.

E siccome vari dei malati più sovra accennati furono o sono curati negli spedali ordinari o provvisionali; così sarà cura delle imperiali regie delegazioni di mandare contemporaneamente la nota anche di questi, formata precisamente sull'annesso modello n.° 2. All' effetto poi che gli specchi che si dovranno presentare periodicamente, giusta gli articoli 27 e 33 delle menzionate istruzioni, riescano più precisi, si avvertono le imperiali regie delegazioni che sarà da aggiungersi alle indicazioni espresse nel modello B, unito alle istruzioni medesime , anche l'indicazione del comune da cui sarà pervenuto ciascun malato negli spedali, e si avvertono inoltre che questo specchio periodico dovrà essere sempre firmato dal direttore, ed in mancanza del medesimo, dal medico primario dello spedale. Milano, il 19 gennaio 1817.

[ocr errors]

N.° I, PROVINCIA Dt . . . . . .

-

NOTA dei malati di tifo o di febbre contagiosa qualunque, accompagnata con petecchie

o altro esantema, stati curati o tuttavia giacenti nel comune rispettivo dal principio dell'autunno del 1816 a tutto il giorno 2o gennaio 1817.

Deserizione della malattia Epoca Numero l Numero l Numero Epoca 3 compilata a termini dell'articolo della degli della 3 a

Comune. II, tit. I delle istruzioni manifestazione dei dei esistenti estinzione : a stampa 16 genn. 1817, nella della malattia il giorno della malattia. 3 o

quale descrizione dovrà essere nel comune. guariti. morti. 2 o genn. & indicato anche il metodo curativo. 1 817. -o

- - - - - - - - - - -

AVVERTIMENTO.

In questo specchio si dovrà accennare puramente il numero complessivo dei malati per ciascun comune,

e vi si comprenderà distintamente quello anche dei malati appartenenti alle carceri, coll'indicazione delle carceri rispettive. 4

[ocr errors]

--NOTA dei malati di tifo o di febbre contagiosa qualunque, accompagnata con petecchie o

AV.o 2,
PROVINCIA DI . . . . . .

altro esantema, stati curati o tuttavia giacenti nello spedale . . . . . . . dal principio
dell'autunno del 1816 a tutto il giorno 2o gennaio 1817.

C Descrizione della malattia Numero l Numero l Numero Numero
d i" compilata a termini dell'articolo degli

al quale II, tit. I delle istruzioni degli dei dei esistenti Osservazioni.

sono a stampa 16 gennaio 1817, nella nel giorno

ervenuti - o -
P - quale descrizione dovrà essere entrati. I guariti. morti. ao gennaio

indicato anche il metodo curativo. 181 7.
-T- - -
AVVERTIMENTO.

In questo specchio si dovrà accennare puramente il numero complessivo dei malati.

s

(N.° 13. ) RrsoLUzIoNI sui dubbi proposti relativamente agli obblighi dei mastri di posta sulla somministrazione dei cavalli ai viaggiatori ed ai sudditi di queste provincie.

[merged small][ocr errors]

L'imp. regia direzione generale delle poste alle imp. regie delegazioni provinciali.

La disposizione del S 4 dell'appendice aggiunta al codice dei delitti e delle gravi trasgressioni politiche, posta in confronto. con le disposizioni del S 8o, parte seconda del codice medesimo, e della determinazione 11 aprile 1815 della cesarea reggenza pubblicata a stampa, ha fatto nascere a questa imperiale regia direzione generale il dubbio, se i citati paragrafi del codice e dell'appendice avessero derogato alla mentovata determinazione 11 aprile 1815, in quanto le relative prescrizioni risultano contraddittorie ed incompatibili fra di loro; e in secondo luogo se nella divergenza che emerge tra i mentovati paragrafi, il S 8o rimanesse derogato intieramente dal S 4, in modo che il divieto che vien fatto in quest'ultimo ai mastri di posta di attaccare cavalli ai viaggiatori non

« ZurückWeiter »