Abbildungen der Seite
PDF

II. Classe. Uniforme a tutto ricamo come sopra, disegno lettera B , collarino e mostre a doppio ricamo, disegno lettera F, indi le tasche e le punte alle sommità delle falde ricamate. III. Classe. Uniforme a tutto ricamo come sopra, disegno lettera C, collarino e mostre a doppio ricamo, disegno lettera G, così pure ricamate le tasche e le punte alle sommità delle falde. IV. Classe. Uniforme a tutto ricamo come sopra, disegno lettera D, collarino e mostre a doppio ricamo, disegno lettera H, indi ricamate le tasche e le punte alle sommità delle falde. Mota. Le quattro classi che seguono non hanno più ricamo intorno all'abito, ma soltanto ricamo a disegno sulle mostre, tasche e collarino. V. Classe. Ricamo sulle mostre, tasche e collarino, disegno lettera I, composto del modello di largo disegno lettera B, unito ad un orlo del più largo disegno lettera N. . VI. Classe. Ricamo sulle mostre, tasche, collarino, disegno lettera K, composto del modello di men largo disegno lettera C, unito ad un orlo di men largo disegno lettera O.

VII. Classe. Ricamo sulle mostre, tasche e collarino, disegno lettera L, composto del modello di stretto disegno lettera D, e la penultima sorta di orlo lettera P. VIII. Classe. Ricamo sulle mostre, collarino e tasche, disegno lettera M , composto del modello di più semplice disegno, e della sorta di orlo la più stretta, disegno lettera Q. Nota. Quivi cessa affatto il ricamo a disegno e sulle tasche, e subentrano in vece orli ricamati sulle mostre e collarino. IX. Classe. Doppio orlo ricamato sopra il collarino e le mostre, disegno lettera N. X. Classe. Orlo meno largo ricamato per mostre e collarino, disegno lettera O. XI. Classe. Orlo più semplice ricamato sopra mostre e collarino, disegno lettera P. XII. Classe. Un orlo sottile ricamato a guisa di gallone per mostre e collarino, disegno lettera Q.

(N.° 1. ) RrcoRsr dei militari invalidi onde ottenere i permessi di matrimonio debbono indispensabilmente presentarsi alle autorità militari.

2 gennajo 1817.

L'imp. regio governo alle imperiali regie delegazioni provinciali.

Informato l'imperiale regio comando generale che alcuni invalidi stabiliti in codeste provincie e godenti soldo di ritiro ottengono dalle autorità civili dei permessi di matrimonio, e che le autorità medesime non si fanno carico di denunziare ai rispettivi comandi di piazza nè i traslocamenti di domicilio da una all'altra provincia, nè i casi di morte degl'invalidi stessi, il prefato comando con sua nota 6 scorso novembre, n.° 9341 , nel dimostrare l' indispensabilità che i ricorsi per tali permessi matrimoniali debbano essere presentati all'autorità militare, la quale debb essere avvertita parimente di tutt'i casi di traslocamento e di morte per le ispezioni che le appartengono, interessò l'imperiale regio governo ad invitare tutte le autorità civili, onde si uniformino a quanto viene contenuto nella medesima nota.

Nel comunicare pertanto a cotesta imperiale regia delegazione tale nota, s'incarica di dare le disposizioni di conformità a tutte le autorità da lei dipendenti, affinchè nei contemplati casi siano date le convenienti notizie ai rispettivi imperiali regi comandi di piazza, ritenute le discipline espresse dall'imperiale regio comando militare. Milano, il 2 gennaio 1817.

[ocr errors]

(N.° 2. ) Disci PLINE per le feste da ballo venali.

3 gennajo 1817.

I. R. DIREZIONE GENERALE DELLA POLIZIA.

A V VI SO.

Riconosciutasi la convenienza di diminuire il numero delle feste da ballo venali, e di sottoporre le medesime a particolari discipline, l'imperiale regia direzione generale della polizia deduce a pubblica notizia le seguenti prescrizioni:

Art. 1. Le feste da ballo venali, in cui si paga una data mercede per ogni ballo, sono

vietate, potranno soltanto permettersi quelle in cui si paga una sola volta il prezzo d'ingresso, con diritto di ballare e rimanervi sino al termine della festa senza ulteriore tassa, mercede o pagamento, sotto qualsivoglia titolo o pretesto.

2. Le feste da ballo venali con pagamento pel solo ingresso saranno concesse dalle imperiali regie autorità locali di polizia in quei giorni che le medesime troveranno più consentanei alle circostanze dei tempi, giusta le istruzioni di questa imperiale regia direzione.

3. Gl'intraprenditori di tali feste dovranno presentare, per ottenere la necessaria licenza, analoghe domande in iscritto alle imperiali regie autorità locali di polizia.

4. Le imperiali regie autorità locali di polizia non potranno concedere licenza di dare simili feste da ballo alle persone, 1.o che non giustifichino l'irreprensibile loro condotta ; 2.o che non presentino l'assenso in iscritto di tutti gl'inquilini della casa in cui intendono tenere le feste da ballo venali, e di quelli altresì che per recarsi alle loro abitazioni dovessero transitare per la porta o cortile della casa medesima nella quale si volessero dare queste feste; 3.o e che non offrano un'idonea guarentia per la corresponsione della mercede alla forza pubblica necessaria

« ZurückWeiter »