Abbildungen der Seite
PDF

tasse sul duplo da restituirsi alla parte, per esigerle all'atto che la medesima si presenta per ritirarlo. Allorchè poi viene spedita la risponsiva, il tassatore presso il tribunale requisito deve corredarla della specifica delle spese rimborsabili e della voluta rubrica, acciò il tassatore presso il tribunale requirente, nell'atto che consegna alla parte istante la suddetta rubrica avente a tergo la relazione della seguita intimazione, possa esigere dalla medesima tutte le tasse e le spese occorse. Per siffatto modo i crediti per requisitorie, i quali hanno fin qui offerto de complicati carteggi ed involute fra loro le contabilità de'tassatori, cesseranno onninamente per le requisitoriali che abbiano ad intimarsi a cura delle parti, o col mezzo della posta, ponendo così in grado i tassatori di esigere con maggior prontezza le tasse da rimborsarsi agli uffici requisiti, e di farne loro ne modi di pratica il relativo rimborso.

Ciò sia a di lei norma per la corrispondente esecuzione nella parte che le spetta sull'oggetto delle sullodate circolari, nell'atto che la direzione sta attendendo un pronto cenno di ricevuta della presente. . .

o Milano, il 3o novembre 1818.

1, 1 o 2

[ocr errors][merged small]

( No 199.) NoRME per regolare le sferie nelle pubbliche scuole, nei licei e nelle università,

- - -

a f. 1.° dicembre 1818. . . . N.° 28396-329o. , CIRCOLARE. , e 1 a L'imp. regio governo alle imperiali regie delegazioni provinciali. : - - - - Gli arbitri che in alcuni istituti di pubblica istruzione estendevano oltre il dovere le ferie, ed il danno che da tale abuso deriva, ritardandosi per tal modo il profitto della studiosa gioventù, hanno richiamate le paterne sollecitudini di S. M., che si è compiaciuta di stabilire a tal uopo le seguenti norme, ordinan-, done la più esatta osservanza. . . . Per le scuole popolari ed elementari si eseguiranno appuntino le discipline stabilite su tale proposito nel regolamento relativo, che quanto prima sarà stampato, . Si eseguirà pure esattamente ciò che è prescritto riguardo alle ferie ed ai giorni di vacanza per gl'imperiali regi ginnasi alla sezione quinta del codice ginnasiale. Riguardo agl'imperiali regi licei ed università sono stabilite le seguenti prescrizioni : 1.° Oltre le domeniche ed altre feste di precetto, il martedì ed il giovedì d'ogni

[ocr errors]

settimana, vi sarà feria nel dopo pranzo; qualora però si combinasse nella settimana una festa di precetto fuori di questi due giorni, in tal caso l'istruzione avrà luogo il dopo pranzo del martedì. A 2.” Le ferie di natale cominciano il 24 dicembre, e durano fino al nuovo anno. 3.° Le ferie di carnovale cominciano l'ultima domenica di carnovale, e continuano sino al primo giorno di quaresima. 4.° Le ferie di pasqua incominciano al mercoledì avanti pasqua, e durano sino al martedì susseguente. 5.° Ad ogni rettore di università nuovamente eletto è permesso di stabilire un giorno particolare di vacanza. - a All'epoca degli esami semestrali ciascun professore deve continuare regolarmente la sua scuola nei giorni in cui non vengono,

esaminati i suoi propri scolari. i Milano, il 1.o dicembre 1818. , i - -- - - - - - - - - -.

[ocr errors]

STRASSOLDo.

(N.° 2oo.) Le massime e discipline in materia di pensioni civili vigenti nelle antiche provincie austriache applicate anche alle provincie

di Lombardia. 8 dicembre 1818. N.° 18796-6576 C. , CIRCOLARE. o e - -

L'imp. regio governo alle imperiali regie, delegazioni provinciali.

Per decreto 6 novembre p.° p.°, n.° 488o22578 dell'imperiale regia camera aulica generale delle finanze le seguenti massime e discipline in materia di pensioni civili vigenti nelle antiche provincie austriache vengono ora messe in pratica anche in queste di Lombardia: -

Gli attestati di sopravvivenza degl'individui che hanno pensione o provvigione od altro assegno qualunque di benefico sussidio a carico dell'imperiale regio erario, e per le vedove gli attestati di continuazione nello stato vedovile debbono rilasciarsi dai parrochi locali sempre al tempo in cui scadono i relativi pagamenti coll'espressione della data, e munirsi del sigillo parrocchiale; non dovendo però i detti parrochi emettere mai veruno dei suddetti certificati di sopravvivenza, se

prima non abbiano essi veduta cogli occhi propri la persona cui riguarda il certificato da rilasciarsi. i

Allorchè poi si verifica la morte d'alcuno dei suddetti pensionati, provvisionisti ed assegnatari, i rispettivi parrochi devono immediatamente farne notificazione al rispettivo, municipio, e deve questo trasmetterla senza dilazione all'imperiale regia delegazione provinciale.

Essi parrochi in oltre devono fare una pari notificazione per tutte quelle vedove di impiegati che trovinsi passare a nuove nozze, abbenchè esse non si denunciassero e non fossero altrimenti conosciute per pensionate, e la notificazione per dette vedove deve esprimere esattamente tanto il nome ed il carattere del marito defunto desumibili dalla fede mortuaria producibile pel nuovo matrimonio, quanto il nome, la condizione ed il domicilio del nuovo marito. -

Tali prescrizioni sono adunque partecipate alle singole imperiali regie delegazioni provinciali, affinchè dieno prontamente ai parrochi ed ai municipi delle rispettive provincie gli ordini opportuni per la corrispondente esecuzione in ciò che rispettivamente li riguarda, avvertendo poi, le stesse imperiali regie delegazioni che le notificazioni

« ZurückWeiter »