Abbildungen der Seite
PDF

», il comune promovere pretese verso di loro » pel quanto meno consegnato , salvo al cen-. » sito di usare in confronto di che fosse di ra» gione delle azioni e dei diritti che gli ac», cordano gli articoli 5o, 51 e 53 della legge 22 » marzo 18o4. » - e Milano, il 26 settembre 1818.

STRASSOLDO.

v

(N.° 164 ) Disco PLINE pel congedo dei militari che vanno a terminare la loro capito

[ocr errors][merged small]

28 settembre 1818. N.° 23585-3572. CIRcoLARE. L'imp. regio governo alle imperiali regie

delegazioni provinciali. - - - -

e - - - - - - -

Con venerato dispaccio del 17 popo ago

sto l'eccelsa aulica cancelleria riunita ha partecipato a questo imperiale regio governo che S. M. l'imperatore e re si è degnata di ordinare che siano rilasciati dal militare servizio presso tutti i corpi dell'armata quegl'individui pei quali il termine della capitolazione va a scadere col sinire dell'andante

mese di ottobre.

Le autorità militari hanno già ricevuto per mezzo degl' imperiali regi comandi generali le opportune istruzioni, e segnatamente perchè coloro che trovansi lontani dal proprio paese siano provveduti di mezzi di trasporto, e perchè il congedo sia loro rilasciato allorquando saranno effettivamente rientrati nei propri focolari.

Le premesse disposizioni sono pure applicabili agl'individui che terminano la loro capitolazione nei reggimenti austro-italiani, ed il rilascio suddetto doveva a favore dei medesimi incominciare collo scorso mese di agosto, e continuare nei successivi settembre ed ottobre, avendo i comandi dei reggimenti predetti avuto anche l' ordine di comprendere fra gl'individui da rilasciarsi nel mese

di agosto quelli che trovansi già in congedo

alle case loro. Per gl'individui poi che trovansi presso il corpo d'armata stazionato in Francia il rilascio avrà luogo quando il corpo medesimo sarà rientrata negli stati di S. M. Che se il richiamo di questo corpo avesse a verificarsi entro l'anno corrente, in questo caso per risparmiare ad essi di viaggiare nella cattiva stagione, onde rientrare negli stati austriaci, si differirà il loro rinvio sino alla prossima

i

s

primavera: desiderando però essi per motivi urgenti d'essere congedati al momento, il rilascio non sarà rifiutato, e solo dovrà attendersi la prima occasione di trasporto onde essere spediti nell'interno della monarchia,

dove poi essi riporteranno il loro congedo

definitivo. 1 Nel darle comunicazione, sig. regio dele

gato, delle premesse sovrane disposizioni a di lei intelligenza le si osserva che allorquando poi i succitati individui incominceranno a rientrare, sarà di lei cura di dare le convenienti disposizioni, perchè le autorità amministrative invigilino sulla loro condotta, ed impieghino ogni mezzo onde abbiansi ad applicare a qualche professione o mestiere, e quindi toglierli al pericolo di turbare la pubblica tranquillità con una vita vagabonda ed oziosa.

Milano, il 28 settembre 1818.

STRAssoLDO.

- - i , o - i - - - - --- - . - - - - - - - - - - - - - -. a- - s

MILANo, DALL'IMP. RrcIA STAMPERIA.

. - - - - -
A

- - - - - - a » , o a

[ocr errors]
[merged small][ocr errors]

- . . . . . . . . . o (N.° 165. ) GL'impiegati aspiranti ad una promozione dovranno presentare i loro ricorsi per mezzo del dicastero, e rispettivamente del proprio presidente o pretore.

3o settembre 1818. , - v

No io334-3886. CIRCoLARE.

L'imp. regio tribunale d'appello generale alle imperiali regue prime istanze giudiziarie.

IN esecuzione dt veneratissima sovrana risoluzione 31 agosto anno corrente, e dell'aulico decreto del senato lombardo-veneto del supremo tribunale di giustizia 15 settembre andante, n.° 263o-239 , si comunica a tutte le prime istanze per norma delle persone a ciascuna addette, che ogni impiegato aspirante ad una promozione debba presentare il suo ricorso per mezzo del dicastero, e rispettivamente del suo presidente o pretore, altrimenti

Circ. ed Atti 1818, Vol. II, P. II. l

i ricorsi che senza uno speciale motivo venissero presentati al sullodato supremo senato od a questo tribunale d'appello, se non sono d'impiegati che appartengano direttamente ai medesimi, verranno rimandati. n Milano, il 3o settembre 1818.

PATRONI, PRESIDENTE.
- - SARDAGNA, VICEPRESIDENTE.

- - - - - SILVA, CoNsicLIERE.

- - - - - - -

(N.° 166.) RrvNovATA la proibizione di aggiungere agli atti giudiziari i fogli bianchi con bollo per supplire agli atti presentati senza bollo.

[ocr errors]

L'imp. regia direzione del demanio, ecc. ai signori ufficiali tassatori presso gli imp. regi tribunali di prima istanza, e cancellieri tassatori presso le imperiali regie preture.

È informata questa direzione che presso alcuni tribunali di giustizia si spediscono

« ZurückWeiter »