Abbildungen der Seite
PDF

13 luglio 1829, come dal dispaccio aulico 16 aprile 1831 n.° 13855-587, pel a metodo di chiudere ed evam cuare i canali delle latrine e le gole dei cammini. m

[merged small][ocr errors]

Bruckmann Giorgio e Canella Giuseppe Toscana: estinzione, per mancanza di chiarezza nella relativa descrizione, del privilegio triennale ad essi concesso, come dall'aulico dispaccio 2o aprile 1831 m.° 9379-842, per un preteso miglioramento e nella raffinazione dell'olio m da ardere. m

[ocr errors]

Böhm Vincenzo: estinzione, per mancanza di novità, dei due privilegi concessigli, come dall'aulico dispaccio 2 o aprile 1831 n.° 9378-841, cioè l'uno il 5 gennaio 1828 per la pretesa invenzione a di estrarre tanto colla » macchina a vapore, quanto per mezzo del fuoco aperto m l'olio dal sego e dal grasso di porco, che può servire » per ardere, di fabbricare dal corpo morto delle candele m di sego simili a quelle di cera, e di fondere mediante m il vapore dell'acqua il grasso greggio di porco m 3 l'altro in data 26 dicembre 1827 pel miglioramento a del metodo di fabbricare il sapone e le candele. m

[merged small][ocr errors]

A Zurhelle Enrico direttore dell'imperiale regia fabbrica di panni a Namiest in Moravia, dimorante in Vienna, per cinque anni, come dal dispaccio aulico 23

aprile 1831 n. 9625-87o, per l'invenzione e di una

[ocr errors][ocr errors][ocr errors][ocr errors][ocr errors]

macchina atta a maciullare il lino detta leirourgos, la quale 1.o rende superfluo il lungo metodo di macerare il lino, ciò che richiede molto tempo e fatica e nuoce alla salute. Si può lavorare il lino subito dopo il raccolto e metterlo poi in commercio o filarlo; 2. non diminuisce, nè intacca la sostanza fina del lino, la quale più o meno viene distrutta nella macerazione e rende in vece il lino più fino, più bello e più

durevole che col metodo consueto; 3.”

rende pure il lino e la canapa, com'anche le tele da essa fabbricate suscettibili di prendere qualunque colore; 4.o fornisce minore quantità di stoppa, e questa inoltre bonissima a fabbricarne delle tele. Col cascame poi possono es

[merged small][ocr errors][merged small]

per anni cinque, come dall'aulico dispaccio 23 aprile

1831 n.° 9625-87o, pel miglioramento a consistente

[ocr errors][ocr errors][ocr errors][ocr errors][ocr errors]

nel fabbricare lumi da notte di cera o stearin, oppure di sego purgatissimo coperto di cera o no, i primi dei quali hanno la preferenza sopra tutti i lunni da notte finora conosciuti. Essi ardono con chiarezza senza spandere cattivo odore, e le bevande collocate sopra i medesimi si mantengono calde. Uno di questi lumi del peso d' un loth arde da otto sino a nove ore e si consuma sino all'ultimo pezzetto tenendo lo stoppino sempre diritto. Un fanciullo può fabbricarne in una giornata un mezzo quintale. »

[ocr errors]

A Huchly Venceslao Guglielmo negoziante in Praga ed a Hainz Giuseppe negoziante nella stessa città per sei anni, come dall'aulico dispaccio 23 aprile 183 i n.° 9625-87o, per l'invenzione e di fabbricare tutte le specie di cap» pelli di feltro di un nuovo genere con ale doppie, » non che altri oggetti con doppi scudi da porsi in » testa, rendendoli impermeabili, e di montarli giusta , un metodo di nuova invenzione, per cui riescono assai » durevoli e si mantengono sempre netti anche interpr 11amente, on

[ocr errors]

A Marelli Luigi meccanico in Milano nel liceo di S. Alessandro: proroga di altri due anni concessagli il 16 aprile 1831 per l'esercizio del privilegio esclusivo quinquennale accordatogli il 14 aprile 1826, come dal dispaccio aulico 27 aprile 1831 n.° 99o4-891, per l'invenzione e di so un nuovo conduttore elettrico di metallo resistente » all'influenza dell' atmosfera. n

[merged small][ocr errors]

Ad Ehrenhöfer Giovanni e Giuseppe fratelli fabbricatori di panni a Neubistritz : cessione ad essi fatta per le provincie d'Austria, Boemia e Moravia da Vanni Ignazio e compagni del privilegio ad essi concesso il 26 aprile 183o, come dal dispaccio aulico 3o aprile 1831 n.° 15767664, per a la maniera di cavar l'indaco dalla lana tinta o in bleu. »

- -

[ocr errors]

Schiveritz Giovanni: annullamento, per mancanza di novità ed in parte per mancanza di chiarezza nella relativa descrizione, del quinquennale privilegio concessogli il 21 settembre 1829, come dall'aulico dispaccio 2 maggio 1831 n.° 1 o473-94 o, per te la fabbricazione m di una concia e tintura particolare delle pelli. m

[ocr errors]

A Bruner Placido negoziante a Bremmgarten nella Svizzera: cessione fattagli da Di Miesel Maria e Di Periboni Maria della loro proprietà della terza parte del privilegio accordato il 13 gennajo 1826, come dal dispaccio aulico 1 1 maggio 1831 n.° 16236-686, pel miglioramento a nella fabbricazione dei cappelli di paglia. n

[merged small][ocr errors]

Ad Indri Giovanni cappellaio in Venezia per cinque anni, come dal dispaccio aulico 7 maggio 1831 n.° 1 o789-979, per l'invenzione a consistente nel fabbricare cappelli m dal rat mousqué (didelfo del Canadà), tingerli di vari » colori e renderli impenetrabili all'acqua. n

[ocr errors]

A Hoys Gio. Batt. Giuseppe a Mödling per anni cinque, come dall'aulico dispaccio 7 maggio 1831 n.° 1o789-979, per l'invenzione a di una macchina atta a fabbricare » col concorso del fuoco sollecitamente ed a buon prezm zo tutte le specie di chiodi, rampini, rampiconi e » chiodi da asse, eccettuate però le punte di Parigi che » si fabbricano senza l'applicazione del fuoco. n

[ocr errors]

Balas Enrico fabbricatore di cappelli a Caschau in Ungheria per sei anni, come dal dispaccio aulico 7 maggio 1831 n.° 1 o789-979, pel ritrovato e miglioramento « di fabbricare i cappelli di seta mediante un drappo » di nuova invenzione senza cucitura e di servirsi di » un nuovo processo per tale fabbricazione. »

[ocr errors]

Wanig Giuseppe: sopra reclamo del corpo dei cappellai in Praga contro il privilegio triennale a lui concesso il 3 aprile 1829 per la pretesa invenzione a di feltrare m la seta per la fabbricazione dei cappelli senz'altra » aggiunta, o con quella di peli o lana, ovvero di m un misto di seta, peli e lana m , l'imperiale regia camera aulica generale con determinazione del giorno 26 aprile 1831 comunicata con dispaccio aulico 8 maggio detto anno n.° 1o474-941 ha dichiarato nullo per mancanza di novità il privilegio suddetto in quanto al modo del Wanig di fare il feltro dalla seta e dal pelo, e con questo il feltro dei cappelli.

« ZurückWeiter »