Abbildungen der Seite
PDF

a lui concesso il 29 giugno 1824, come dal dispaccio aulico 3o gennajo 1831 n. 2662-239, per a l'appam recchio delle stoffe di lana. n

[ocr errors]

Richter Agostino e Schenz Giuseppe: annullamento, pel non eseguito pagamento delle tasse prescritte, del quinquennale privilegio ad essi concesso il 1o ottobre 1826, come dail'aulico dispaccio 3o gennaio 1831 n. 2662-239, per un miglioramento e nell'apparecchio dei panni.

[ocr errors]

Abeles Enoch e Kohn Samuele: estinzione, per non essersi i nominati individui prevalsi dell'accordato privilegio e pel non eseguito pagamento delle tasse prescritte, del privilegio di quindici anni ad essi concesso il 16 agosto 1824, come dal dispaccio aulico 8 febbraio 1831 n. 28o2-2 61 , per l'invenzione e di un metodo di conm servare in buono stato i panni, i casimiri e le tele nei

» magazzini. »

N.° 52. - N. 6983-559. A Campana Giovanni ed Andrea fratelli: proroga di altri due anni ad essi concessa il 1 o febbrajo 1831 per l'esercizio del quinquennale privilegio da essi ottenuto il 13 gennajo 1826, come dal dispaccio aulico 17 febbrajo 1831 n.° 4o 16-362, per l'invenzione a di pur» gare e preparare la così detta strusa in modo di poter » essere adoperata nella fabbricazione di tappeti, della » flanella, delle coperte da letto, ecc. ,

[ocr errors]

A Denickus Jacopo lattajo patentato in Vienna: cessione fattagli da Hofmansrichter Giuseppe del privilegio di tre anni da lui ottenuto l'8 gennajo 1829, come dall'aulico dispaccio 17 febbraio 1831 n. 6376-2 68, pel miglioramento a d'ogni sorta di lampade pendenti e r da parete. n -

N.° 54. N.° 33 1 5-682.

A Princeps Giovanni: proroga di due anni concessagli il 1 o febbrajo 1831 per l'esercizio del privilegio trienmale da lui ottenuto il 28 marzo 1828, come dal dispaccio aulico 19 febbraio 1831 n.° 4o 17-363, per l'invenzione a di una macchina di ossa di merletti ( Kläckel», maschine). o

N.° 55. N.° 8863-738. A Demian Carlo e Guido: cessione ad essi fatta dal loro padre Cirillo della sua parte di privilegio ottenuto il 23 maggio 1829 in unione ad essi, come dall'aulico dispaccio 3 marzo 1831 n.° 8336-347, per a un istro» mento, musicale denominato accordion. »

[ocr errors][merged small][merged small]

quinquennale concessogli il 1° febbraio 1826, come dal dispaccio aulico 23 febbrajo 1831 n.° 1 186-96, per «l'uso » del cemento in vece della colla nei lavori da legnajuolo. ,

[merged small][ocr errors]

Ad Ofenheim Antonio Ranieri segretario supplente presso la prima società austriaca di assicurazione contro gl'incendj in Vienna per un anno, come dall'aulico dispaccio 25 febbrajo 1831 n. 4555-417, per l'invenzione o di una macchina atta a spaccare la legna, ad o alzarla e trasportarla, la quale 1.o senza il soccorso » umano, sega in 15 minuti due volte un klafter di » legna, lo spacca e lo trasporta sul carro; 2. tale s, macchina è posta in movimento da un cavallo od al » più da due, 3.” occupa soltanto uno spazio di 18 » piedi in lunghezza e di 8 in larghezza, costa po» chissimo, ed essendo costrutta quasi intieramente di » ferro, abbisogna difficilmente di riparazione. Essa è » conmposta di due ruote e non vi è applicata alcuna » forza di molla. m

[ocr errors]

A Herzog Martino fabbro di chiavi ed a Sozer Antonio fabbricatore di oggetti di serrature in Pesth per anni cinque, come dal dispaccio aulico 25 febbraio 1831 m.° 4555-417, pel miglioramento a della bilancia mecm canica a ponte, la quale reca il vantaggio che la » macchina, oltre il presentare una forma piacevolissima, m acquista in precisione, forza ed utilità. n

N.° 59. - N.° 89o4-743. A Schlesinger Michele dimorante a Szlanitz nell'Ungheria per quindici anni, come dal dispaccio aulico 25 febbraio I 831 m.” 4555-4 17, per l'invenzione e consistente nel » porre in movimento col mezzo di una macchina a vapore m di forza proporzionata uno o più mangani di qual» si voglia dimensione giusta il principio del mangano » inglese patentato, con movimento alternativo innanzi » ed indietro, cui unisce contemporaneamente l'anda» mento di una macchina per lisciare. In forza di ciò » l'apprettatura delle stoffe riesce non solo più perfetta, » ma anche meno costosa che cogli altri mezzi. m

[ocr errors]

Ad Amon Giuseppe impiegato presso la contabilità aulica di guerra in Vienna per anni due, come dal dispaccio aulico 25 febbrajo 1831 n. 4555-417, pel miglioramento a dell'istromento atto alla misurazione, » mediante il quale nella planimetria e trigonometria » si possono stabilire le estensioni o distanze, le di» stanze medie di due oggetti, le altezze e profondità, » non che la linea dell'ipotenusa senza misurare o cal» colare l'oggetto e senza l'ajuto di logaritmi, per » cui l'operazione del misuramento si effettua con mim more soccorso della mano d'opera e minori spese, » e si ottiene principalmente maggiore precisione nella » determinazione della misura. »

---

[ocr errors][ocr errors]

A Zak Giovanni fabbricatore di panni e di casi miri

a Brünn ed a Wellisch, Leopoldo apprettatore di panni a Boskovitz in Moravia per tre anni, come dall'aulico dispaccio 26 febbrajo 1831 n.° 4556-418, pel miglioramento e del metodo di decartire le stoffe di lana in

[ocr errors][ocr errors]

guisa che riescono più belle, più fine e meno costose che col metodo usato sinora senza passarle sotto Io strettojo, anzi aumentano di morbidezza e di apparenza. Coll'uso delle rispettive macchine il lavoro riesce sei volte più sollecito che colle macchine consuete, per cui si possono decartire indipendentemente da qualunque temperatura due pezze di 32 braccia l'una in una mezz'ora, e più di cento braccia in otto ore. »

[ocr errors][merged small]

Ungheria per cinque anni, come dall'aulico dispaccio 26 febbrajo 1831 n.° 4556-4 18, pel ritrovato a con

[ocr errors][ocr errors][ocr errors]

sistente nel coprire gli edifici larghi cinque klafter e lunghi in proporzione non solo col medesimo legno, di cui si fa uso fabbricando i travetti, ma anche nel fornirli di un fondo di stucco, dal che risulta il vantaggio 1° che gli edifici suddetti resistono perfettamente all'incendio; 2.o che durano più dei tetti di latta e di tegole, offrono dei comodi ed hanno una vaga apparenza; 3.o che tutti gli edifizi di qualsivoglia larghezza e lunghezza possono essere coperti giusta questo metodo, colla sola differenza però che si consuma maggiore quantità di legno di quella che occorre

« ZurückWeiter »