Abbildungen der Seite
PDF
[ocr errors]

A Dambouk Lodovico negoziante in Vienna per anni tre, come dal dispaccio aulico 14 gennaio 1831 n. 1 o89-86, pel ritrovato a 1.o di una macchina a merletti, sulla m quale si possono fabbricare in una sola volta e nella » direzione della sua larghezza molti merletti con disem gni o senza, che sono talmente misti fra di loro col » mezzo di fili, che levando i medesimi resta ogni mer» letto separato; 2.” di una macchina consimile per » fabbricare merletti dentati che si allestiscono nella » stessa guisa; 3.o di varie parti applicabili alla mac» china suddetta, le quali finora non erano conosciute » nell'Austria, consistenti in un albero colle ruote ana» loghe, in una stanga conduttrice e nella forma dei so conduttori stessi. »

[merged small][ocr errors]

A Wagermann Cristiano dottore di Berlino, rappresentato dal suo procuratore Reinhardt Carlo fabbricatore di aceto a Gumpendorf, per cinque anni, come dall'aulico dispaccio 14 gennaio 1831 n.° 1 o89-86, pel miglioramento a degli apparecchi atti a distillare e svaporare » l'acquavite consistente 1.o in un nuovo apparecchio » per riscaldare i fluidi, svaporarli e distillarli, appli» cabile tanto nelle fabbriche di acquavite, quanto in o altre operazioni; 2. in un apparecchio particolare m per estrarre lo spirito puro direttamente dalla mischia, m dallo spirito debole e dall'acquavite; 3. nella com» binazione di queste parti con un apparecchio sem» plice ed opportuno a distillare, eol mezzo del quale

[merged small][merged small][ocr errors]

si fabbrica con sicurezza e con risparmio di combustibile direttamente dalla mischia lo spirito puro di 32 gradi giusta l'areometro di alcool in Vienna.

[ocr errors][merged small][merged small]

n.° 1 o89-86, pel miglioramento a delle armi di percus

sione da lui fabbricate, per cui 1.o ogni arma non solo è composta di minori parti essenziali e di viti, ma riesce inoltre di migliore costruzione ed è più elegante e più durevole, giacchè due viti tengono insieme la molla, e rompendosi l'una, si può continuare a tirare dei colpi; 2.o nella molla d'archibugio migliorata si può far uso di una molla battuta in vece di due, la quale nei fucili a due canne agisce sopra i due cani dell'archibugio; 3.o nella molla stessa trovansi soltanto quattro piccole viti, delle quali l'una o l'altra può andare perduta senza impedire l'uso dell'arma o renderla pericolosa; 4. si possono introdurre i cani nella molla migliorata od applicarli alla superficie della medesima. Nel primo caso lo spazio fra i cani dell'arma a due canne resta largo un pollice; nel secondo caso si fa come si crede; 5. la cassa riesce più semplice e durevole; 6.o trovasi in questa costruzione una serratura di sicurezza che preserva da ogni pericolo senza impedire il colpo in caso di momentaneo bisogno. »

Circ. ed Atti 1851, Vol. I, P. II. - E

[ocr errors]

Nel conferimento del privilegio biennale ai fabbricatori di cappelli Antonio e Giovanni Flock di Vienna essendo stato per isbaglio di spedizione esposto in parte erroneamente l'oggetto della loro invenzione, l'imp. regia camera aulica generale, a termini dell'aulico dispaccio 6 dicembre 183o n. 28933-2612, ha dichiarato che il secondo punto dell'oggetto medesimo del suddetto privilegio debb'essere del seguente tenore: « di tirare la » felpa di seta sopra una cappa di feltro a foggia di m panno di nuova invenzione, impermeabile, del peso m di quattro loth, ed assai durevole senza cagionare alm cuna cucitura all'orlo, quindi tagliata da un pezzo o solo, per cui il cappello riesce non solamente impen netrabile all'acqua, ma anche più leggiero, più dun revole, elastico e difficile a rompersi. m

[merged small][ocr errors]

A Rohn Alberto: proroga di un triennio accordatagli il 6 gennajo 1831 per l'esercizio del privilegio esclusivo da lui ottenuto il 23 gennajo 1828 in unione a Veidinger Giuseppe, e da questo a lui ceduto in piena proprietà il 6 settembre detto, come dal dispaccio aulico

[ocr errors][merged small][merged small][merged small][ocr errors]

A Hueber Antonio Francesco fabbricatore di bottoni ad Alham in Tirolo per anni due, come dal dispaccio aulico 22 gennaio 1831 n.° 1794-1 6o, per l'invenzione

ed il miglioramento a 1.o di fabbricare bottoni di os» so, non che scatole da tabacco, manichi d'ombrelle, » chatouilles, ornamenti qualunque per mobili, manichi » di coltelli e tutto ciò che appartiene a questo genere m di lavoro, servendosi all'uopo di unghie, corna e m tartaruga, non che di una pasta fatta con tali oggeto ti. E siccome dà ai medesimi l'apparenza di acciaio, » così vengono denominati dall'inventore acciaio d'osso » a rilievo; a. di fabbricare i suddetti bottoni di qual. m sivoglia colore ponendo sul fondo d'oro o d'argento m diversi disegni o lavori lucenti o smorti a rilievo; m 3.° di fermare i manichi a piacere; 4.o di rendere » durevoli tanto l'anello del bottone, quanto il bottone

[ocr errors][ocr errors]

A Mach Carlo capo operajo nella fabbrica di pentole di Giuseppe Miselin in Praga per cinque anni, come dal dispaccio aulico 22 gennajo 1331 n.° 1794-16o, per l'invenzione a di rendere gli ornamenti delle stufe a » foggia di lavoro a mosaico in vece di quelli a rilievo » e di un solo colore. »

[ocr errors]

A Fornara Giovanni Ferdinando fabbricatore di cioccolata in Vienna per cinque anni, come dal dispaccio aulico 22 gennajo 1831 n.° 1794-16o, per l'invenzione e pel miglioramento e intorno alla spazzatura dei cam» mini, cioè 1.o di ripulire i cammini col mezzo di m forbici doppie di nuova invenzione in miglior guisa » e con maggior sicurezza che per lo passato; 2. di

n distaccare la fuliggine mediante una semplice solum zione di vapore, servendosi di un istromento detto » raschiatore a mano, che è combinato colle suddette » forbici; 3.o di migliorare il vestiario che s'impiega » in tale operazione, per cui il lavoratore è più ripan rato in tempo d'inverno e può, trovandosi nella n gola del cammino, tener sempre aperti gli occhi. n

[merged small][ocr errors]

A De Miesel Maria e De Periboni Maria: proroga di altri tre anni ad esse concessa il 14 gennaio 1831 per l'esercizio del privilegio da esse ottenuto il 13 gennaio 1826, stato già prolungato per un triennio il 27 dicembre 1827, come dal dispaccio aulico 23 gennaio 1831

n. 2 o 35-177, per un miglioramento a introdotto nella » fabbricazione dei cappelli di paglia ad uso di Firenze.»

[ocr errors]

Hirnschall A. F.: sequestro posto da Mitterhofer Adamo per un credito in cambiale di fiorini 5oo sulla di lui quota del privilegio concesso il 16 settembre 1828, ceduto in seguito per metà a Pohl Guglielmo, come dal dispaccio aulico 28 gennajo 1831 n.° 12 12-61, per a fabbricazione di cappelli. n

[merged small][ocr errors]

Högler Francesco di Vienna: rinuncia spontanea al privilegio quinquennale da lui ottenuto il 17 aprile 183o, come dall'aulico dispaccio 22 gennajo 1831 n.° 2 o 36-178, per l'invenzione e di una ruota matematica, o

« ZurückWeiter »