Abbildungen der Seite
PDF
[merged small][ocr errors][ocr errors][ocr errors]
[ocr errors]
[ocr errors]

corte barone di Geislern, e nomina
al suo posto del signor barone di
Pillersdorff. . . . . . . . . . . . . .

DICHIARAZIONI sull'uscita del convogli

d'armi scortati da ricapiti delle an-
tiche provincie austriache per gli
stati di Parma, Modena e Pontifici.

ELENco delle patenti di privilegio di

ramate dal 1. gennajo a tutto il 3o
giugno 1831, accordate a diversi in-
ventori ed artisti sotto le condizioni
vigenti all'epoca della concessione
e della sovrana patente 8 dicembre
182o, non che delle relative estin-
zioni, rinunzie, ecc. . . . . . . . .

[ocr errors][ocr errors][ocr errors]

DESCRIZIONE dell'essenza dei privilegi

esclusivi dichiarati estinti, restando d'ora in poi, a norma del S 23 della sovrana patente 8 dicembre 182o, in libertà d'ognuno l'esercizio delle invenzioni e dei miglioramenti formanti l'oggetto dei privilegi stessi . .

IO4

[graphic]
[merged small][ocr errors]

(N.° 1.) I permessi da rilasciarsi ai proprietari degli stalloni, da emettersi nei mesi di febbraio e marzo e duraturi pel solo anno ln COrSO.

[merged small][ocr errors][merged small]

Inerentemente ed in aggiunta al decreto 14 dicembre 1828, n.° 3626o-56o7 concer

nente permessi da rilasciarsi ai proprietari di stalloni, in seguito ai concerti presi col ge

nerale comando militare, occorre di avvertire che tali permessi non saranno da emettersi che nei mesi di febbraio e marzo e duraturi pel solo anno in corso. E ciò a motivo d'evitare che la licenza presa per es. nel mese di giugno e duratura per un anno non possa servire anche

Circ. cd Atti 1851, Vol. I, P. II, A

per la primavera dell'anno successivo senza nuova visita dello stallone e senza aver riportato di nuovo l'occorrente permesso, mentre potrebbe nel frattempo essere diventato inetto allo scopo. Tale disposizione sarà quindi da portarsi a pubblica notizia per opportuna intelligenza, e se ne dovrà per parte di cotesta delegaEione curare l'esatta osservanza.

Milano, il 3 gennaio 1831.
HARTIG,

(N.° 2.) ScroGrtMENTo dei dubbi sui SS 5 e 8 del regolamento 15 marzo 1828 diretto a prevenire le liti nelle quali sono interessati i comuni, 1o gennaio 1831. N.° 284-4o. CIRCOLARE.

L'imperiale regio Governo alle imperiali regie Delegazioni provinciali.

Propostisi alcuni dubbi sull'interpretazione dei SS 5 ed 8 del regolamento contenuto nella governativa notificazione 15 marzo 1828 e diretto a prevenire le liti nelle quali sono interessati i comuni del regno lombardo-veneto, l'eccelsa imperiale regia cancelleria aulica riunita mediante rispettato dispaccio 1 o dicembre prossimo passato, n.° 18726-21oo ebbe ad avvertire che quando il progetto relativo è stato sottoposto alla sanzione di S. M., i dicasteri aulici interessati nell'argomento non intesero punto derogare al sistema d'amministrazione comunale stabilito nel 1816, e che quindi ogni questione sull' interpretazione del regolamento summentovato deve aver per base la sovrana patente 12 aprile 1816.

Partendo da questo principio, ha la prelodata aulica cancelleria trovato di dichiarare relativamente al S 5 che non occorre alle deputazioni comunali ed alle congregazioni municipali l'autorizzazione dei convocati o dei consigli comunali per un amichevole componimento; che però il componimento stesso che si stabilisce presso la delegazione provinciale abbia ad essere sottoposto all'esame ed alla conferma del convocato o del consiglio comunale, disposizione che è basata sulla cosa stessa e sul S 79 del regolamento organico. -

In quanto al S 8 ha pur soggiunto il prefato aulico dicastero che le facoltà impartite con questo paragrafo e cogli altri alle delegazioni provinciali non possono estendersi se non sc a quelle somme ed a quei diritti sui quali

« ZurückWeiter »