Abbildungen der Seite
PDF

N.° 1643o-14 19. s . Kroger Giovanni Adamo dimorante in Kaltengeber nella Bassa Austria: nuova specie di stufe privilegiata l'8 settembre 182 1. La destinazione principale di queste stufe è di abi bruciare la calce col carbon fossile. Essa è inoltre atta a processi chimici e metallurgici, ha vari condotti d'aria e canali; e nel mezzo ed alla parte superiore esistono degli spazi particolari e dei luoghi ove si possono effettuare distillazioni, fusioni ed operazioni simili. L'inventore le denominò stufe di volatilizzazione e fissazione generale: 1. , ... . è (Dispaccio aulico 24 aprile 1831, n.° 9624-869.)

s .

N.° ri: N. 16aso-raio. Pansen Giovanni: miglioramento della macchina alla Jaci quart privilegiato il 22 aprile 1821. o - a Questo miglioramento consiste 1.o nella costruzione e forma del congegno degli aghi, cioè delle così dette platine e degli aghi che le dirigono. Le platine in vece d'essere di filo di ferro retondo, sono piatte in fondo, senza rampini, piegate alquanto indietro, e nella piegatura vi ha un piccolo incavo, ove si ferma la corda che tira il filo. Gli aghi di filo di ferro rotondo sono forniti in due luoghi di canne quadrate e piegate, ed in fine di una coda di un pollice e mezzo di filo di ferro doppio, sulla quale si pone la molla di ottone, fermandola dalla parte di dietro con una punta piatta che me effettua il movimento; 2. nella costruzione variata dello strettojo. Alla così detta cassa vi ha una promimenza, ove si muove lo strettojo intorno ad una punta rotonda ; 3.° nelle due variazioni intorno al cilindro. Per mezzo di questi miglioramenti la macchina alla Jacquart è stata quasi raddoppiata relativamente all'effetto, poichè essa lavora in due divisioni, cioè a 9oo, 12 oo e 18oo platine. Questa estensione è particolarmente atta a lavorare drappi di maggiore grandezza, come scialli con bordure, ecc. (Dispaccio aulico 24 aprile 1831, n. 9624-869.)

i

N.° 1 18. N.° 1643o-1419. oa Tancring Giacomo di Vienna: miglioramento nella composizione della concia delle pelli privilegiato il 16 settembre 182 1. Questi miglioramenti risguardano 1. la spezzatura della scorza d'alberi; 2. un apparecchio a vapore onde preparare la concia. La macchina atta a spezzare la scorza consiste essenzialmente in un cilindro intorno al quale esistono varie lame da sega. Innanzi al cilindro vi ha nella voluta distanza un apparecchio di verghe o cerchj di ferro, nel quale si trovano le parti da triturarsi, e che durante il giro del cilindro sono esposte all'effetto della sega. Questo mezzo di triturare dev'essere preferibile a quello di pestare e facilita l'estrazione delle parti concianti. L'apparecchio a vapore consiste in una caldaja solita, dalla quale dei tubi traforati passano entro i recipienti, ed in questi si effettua l'estrazione della concia. In tale guisa la concia resta sempre calda e può ottenere quel grado che si crede.

(Dispaccio aulico 24 aprile 1831, n. 9624-869.)

[ocr errors]

Brenta Luigi di Milano: invenzione, privilegiata il 27 novembre 1828, di fabbricare con un nuovo metodo riverberi parabolici servibili per le pubbliche lanterne. Dietro alla fiamma trovasi uno specchio parabolico, e dinanzi alla medesima una lente peroscopica di maggiore o minore convessità, secondo che si voglia illumimare oggetti vicini o lontani. Queste lanterne debbono produrre una luce fortissima senza abbagliare.

[ocr errors][merged small][ocr errors]

Ratti Pasquale di Milano : invenzione di un nuovo ap

parecchio economico onde levare la seta dai bozzoli

privilegiata il 16 luglio 1825.

Le caldaje nelle quali si trovano i bozzoli sono

alimentate con acqua calda contenuta entro un recipiente e riscaldata in via economica per mezzo della circolazione del fuoco e del fumo. L'acqua tiepida ripassa poi dalla caldaja nel suddetto recipiente, sopra il quale se ne trova un altro simile contenente acqua calda, quale serbatoio.

(Dispaccio aulico 3 maggio 1831, n.° 1 o574-95 1.)

[merged small][ocr errors]

Schumann Francesco di Lemberga: invenzione di una macchina atta a triturare la paglia privilegiata il 6 agosto 182 1.

Circ. ed Atti 1851, Vol. I, P. II. L

La parte essenziale di questa macchina consiste in ciò, che i coltelli sono fermati alle braccia della ruota da slancio, il di cui numero si regola giusta la lunghezza dei pezzetti di paglia che si crede di tagliare. La paglia viene spinta innanzi mediante due cilindri concavi obbliquamente canalati, i quali sono posti in movimento l'uno contro l'altro da una ruota dentata combinata colla vite perenne.

(Dispaccio aulico 3 maggio 1831, n.° 1o574-951. )

[ocr errors]

Di Czuliffey Gabriele di Vienna: invenzione di stufe economiche atte a riscaldare le stanze privilegiata il 13 maggio 182 1. Queste stufe hanno la particolarità che a canto dei noti tubi di circolazione sussistono altri tubi, i quali passano per la cassa del fuoco e sono destinati a riscaldare l'aria entrante.

[ocr errors][ocr errors]

Abeking Lodovico: miglioramenti introdotti nella macchina pei lavori di punzone privilegiati il 4 giugno 182 1. Questi miglioramenti consistono 1.o nell'applicazione di cilindri marginati tanto nel giro delle viti intorno al cilindro da stampa, quanto negli anelli e nelle strisce distaccate; 2. nell'uso di molle spingenti di diversa grandezza per dividere i disegni a proporzione de giri

de cilindri; 3. nell'applicazione di leve in varie maniere che regolano l'uniformità del passaggio. (Dispaccio aulico 3 maggio 1831, n.° 1o574-951.)

[ocr errors]

Hühle Carlo di Vienna a miglioramento dell'arpa a pe. dali privilegiato il 4 giugno 18a 1. Quest'arpa ha una cassa armonica di forma rotonda dalla parte posteriore, la quale è alquanto più forte delle solite. Nella cassa armonica posta verso chi suona si trovano cinque aperture che si possono aprire o chiudere a piacere bnde rinforzare o diminuire il tuono. (Dispaccio aulico 3 maggio 1831, n.° 1 o574-951.)

[ocr errors][ocr errors]

Liebelt Goffredo di Vienna: miglioramento intorno alle carrozze privilegiato il 26 agosto 182 1. Lo scopo di questo miglioramento è di poter fermare le carrozze in qualunque luogo ancorchè si spezzassero le catene delle scarpe. L'apparecchio consiste in ciò, che con una tirata da farsi stando in carrozza s'introducono al movimento delle barre nella parte posteriore del mozzo della ruota. In caso di maggior pe. ricolo, per esempio allorquando i cavalli strascinassero il legno seco, si fa uso di un secondo apparecchio, cioè si tira una corda, e subito si staccano il bilancino dalla bilancia ed il timone dal legno stesso. (Dispaccio aulico 3 maggio 1831, n.° 1 o574-951 )

« ZurückWeiter »