Abbildungen der Seite
PDF

Il contorno inferiore rappresenta una serie di quattro marchi ovali rabescati, nel mezzo dei quali un marchio bianco con l'aquila imperiale e la leggenda in giro – Tausend Gulden.

Di questi quattro marchi il primo a diritta contiene la serie, l'ultimo a sinistra il numero della nota di banco. Questi due marchj agli angoli sono di un colore solo; gli altri due marchj vicini al marchio bianco sono impressi a due colori.

Il centro della cedola viene riempiuto da un paralellogrammo inciso in forma di rete. In questo si legge Tausend Gulden in due linee distinte; poi in altre tre linee si legge Die privilegirte oesterreichische National-Bank bezahlt dem Ueberbringer gegen diese Anweisung Tausend Gulden Silbermiinze nach dem Conventions-Fusse. Quindi in un'altra linea ancora si legge Für die privilegirte oesterreichische National-Bank – al disotto a dritta Wien den 23 Junius 1825 – a sinistra Aug. Vogel, Cassen Director. – Finalmente tra la data e la sottoscrizione si leggono lavorate a cifra le quattro lettere P. O. N. B.

Descrizione delle nuove note di banco
di cinquecento fiorini.

La carta delle cedole di questa categoria è perfettamente uguale in colore ed in qualità a quella delle nuove note di banco di 1ooo fiorini. I marchj trasparenti formano nel mezzo della cedola le parole – National Bank superiormente a queste avvi un'aquila imperiale circondata da una corona di fronde di palma ed altri ornamenti. In ciaschedun angolo della cedola si vede una ghirlanda; ai due lati un ornamento in forma ovale col numero 5oo; inferiormente uno scudo collo stesso

numero; a dritta ed a sinistra ornamenti uguali a quelli che circondano l'aquila imperiale. Questi marchj sono in parte chiari ed in parte oscuri. Lo scudo superiore impresso ad un solo colore contiene un ovale riccamente ornato col numero della nota di banco. I due marchj laterali portanti il numero 5oo sono formati di tre ovali a due colori, e di altri cinque ad un colore solo, tutti rabescati. Superiormente ed inferiormente avvi un piccolo fregio, simile ad una stella, ad un solo colore; ai due lati si veggono tre fregi pure ad un solo colore. Il marchio in bianco nel lembo inferiore della nota di banco rappresenta l'aquila imperiale in un anello ovale a due colori. Questo anello è circondato da un fregio in bianco di fogliami e fiori; al disopra si vede una corona attorniata da raggi e da fronde di palma. Al disotto dello scudo superiore si legge – Fiinf Hundert in caratteri grandi, al disotto Gulden – in carattere piccolo lapidario. In seguito in tre linee distinte si leggono le parole Die privilegirte oesterreichische NationalBank bezahlt dem Ueberbringer gegen diese Anweisung Fiinf Hundert Gulden Silbermiinze nach dem Conventions-Fusse. Poscia in un' altra linea le parole – Fiir die privilegirte oesterreichische National-Bank. – Finalmente presso il marchio in bianco a destra Wien den 23 Junius 1825 ed a sinistra – Aug. Vogel, Cassen, Director.

I3 (N.° 7.) armi, della versione italiana del S 152 del codice penale, parte II, sostituendo alle parole acqua impura o malsana quelle acqua impura e malsana.

[ocr errors][merged small][merged small]

Sopra il dubbio nascente dalla rimarcata differenza tra il testo originale tedesco e la versione italiana del codice penale, parte seconda sul tenore del S 152 (*), l'eccelsa imperiale regia cancelleria aulica unita, di concerto coll'aulica commissione di legislazione e col senato lombardo-veneto del supremo tribunale di giustizia, ha trovato di dichiarare:

Doversi rettificare, come colla presente si rettifica in fatti, la versione italiana del succitato S 152 della seconda parte del codice penale in modo che alle parole acqua impura o malsana sono sostituite quelle acqua impura e malsana.

Tale suprema dichiarazione si deduce a pubblica notizia per comune intelligenza e norma, in esecuzione dell'ossequiato dispaccio 1o dicembre p.° p.°, n.° 27865-3o61 della prefata aulica cancelleria.

Milano, il 1.o febbrajo 1831.
Il Conte DI HARTIG, GovERNAToRE.

[merged small][merged small][ocr errors]

Chi in una fontana, cisterna, fiume o ruscello getta animali morti o qualunque altra cosa che possa rendere impura o malsana l'acqua di cui gli abitanti di un luogo si servono per bevanda o per fabbriche di bevande cotte, è punito coll'arresto di una settimana; e qualora il colpevole abbia manifestato singolare petulanza o malizia, anche coi pubblici lavori di comunità e coll'esacerbazione dell'arresto mediante digiuno o castigo corporale.

(N.° 8.) RESTA proibita l'esportazione dei cavalli per la Polonia, la quale si trova in istato di rivoluzione.

[merged small][ocr errors][ocr errors][merged small][merged small]

S. M. con sovrano biglietto del 6 del p.° p.o gennaio si è degnata di proibire l'esportazione dei cavalli dagl'imperiali regi stati austriaci per la Polonia, la quale si trova in istato di rivoluzione, finchè durino in essa i torbidi insorti.

Questa sovrana risoluzione viene recata a pubblica notizia in relazione alle notificazioni 2o e 24 prossimo passato gennaio, n.° 35 e 156, a comune intelligenza e norma.

Milano, il 1.o febbrajo 1831.

Il Conte DI HARTIG, GovERNAToRE.
Marchese D'ADDA, Vicepresidente.

BROGLIo, Consigliere.

« ZurückWeiter »